Un periodo di grandi soddisfazioni qui al Fermi: rientrate  le due squadre di Zero Robotics, entrambe  in finale a Torino, accolte con onore dopo l'emozionante filo diretto con lo spazio, ecco in partenza per le Olimpiadi di Italiano ben 143 studenti di tutte le età, il gruppo più numeroso in italia per una sola scuola, mentre un quartetto di scienziati, tutti di terza  (Luca, Luca, Luca e...Gabriele) hanno superato la prima fase della selezione nazionale per le gare EUSO (Olimpiadi Europee della Scienza). Anche con la fisica non scherziamo: Antonio ed Elia di quarta, Filippo, Andrea ed Edoardo di quinta il 20 febbraio saranno in gioco presso il dipartimento universitario di Fisica e Astronomia per disputare la fase regionale. La matematica non manca e anche in questo settore sempre più numerosi sono gli studenti che si cimentano in esercizi sempre più complessi, in vista delle gare territoriali di livello via via crescente
Ancora robotica, con diverse competizioni all'orizzonte: il Premio Fischer al Bo, la Nao Challenge a Udine e poi Bologna (quest'anno con Nao che si dedica alla cura dei nonni), la Romecup 2018, la Robocop Junior a Trento, la RoboCup@Home Education a Pesaro ....più di cinquanta studenti interessati.
Quest'anno anche la filosofia entra nel novero delle prove oltre l'ordinaria programmazione, con le Romanae Disputationes che si tengono in aula magna e le prossime Olimpiadi. Per l'inglese...certificazioni di ogni livello!
Non diciamo delle gare sportive, del torneo di scacchi in programmazione per le classi prime, delle gare di danza moderna dove lo scorso anno il Fermi ha  meritato il terzo posto alle finali nazionali di Reggio Emilia, dei 150 studenti iscritti alle esperienze di lirica e musica sinfonica ...per finire con il teatro, che guadagna una menzione onorevole per essere di nuovo in pista, con la rielaborazione de "I Promessi Sposi" 2017, spettacolo per la prima volta selezionato tra i cinque promossi alla finale nazionale di Cesena. 
  Ragazzi protagonisti e - s'intende!- anche ragazze, studenti di nuovo liceo quanto studenti dei  due corsi di scienze applicate,  neo fermiani di prima fino ai prossimi diplomati di quinta, con una squadra di programmatori della robotica composta da studenti di oggi ed ex studenti già alle prese con gli esami universitari; studenti che se la sono sempre cavata, ma anche studenti con debiti superati alle spalle, magari con storie di ripetenza e di fatica scolastica, aggredita  e un po' alla volta superata.
Bravi ragazzi....e bravi professori, professoresse: coloro che propongono, coloro che organizzano, coloro che vi allenano e che vi incoraggiano, coloro che vi accompagnano ovunque, o che vi lasciano andare, magari con qualche protesta ma infine soddisfatti del vostro bel gioco di squadra: meritano il riconoscimento di tutti, senza dimenticare il personale ata, dalla direttrice amministrativa che tiene mille conti  fino ai tecnici, al personale degli uffici che prepara le carte necessarie, fino ai collaboratori scolastici, i primi a conoscere e a riconoscere i "loro" studenti.
Tutto il Fermi cammina per questi risultati e per la spinta in avanti che questi risultati sanno dare  anche a chi marcia più lentamente, anche a chi ogni tanto si stanca;  a loro e a tutto il "Fermi in movimento" - di ieri e di oggi - è dedicato il nuovo logo creato dalla web designer Antonella Manenti, dove il portone austero ruota intorno all'asse orizzontale per diventare terreno e radice, base senza la quale le gemme delle nuove conoscenze non potrebbero aprirsi in fronde, ed intrecciarsi tra loro.