Zero Robotics 2019

Due squadre composte da studenti del Liceo "E. Fermi" di Padova e di altre 10 scuole italiane competeranno nella finale della gara internazionale Zero Robotics programmando dei minisatelliti-robot che si trovano all'interno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Zero Robotics è una gara internazionale di programmazione robotica di minisatelliti-robot che si trovano nella Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Studenti di ogni parte del mondo parteciperanno e potranno assistere alle partite di finale (probabilmente l'11 gennaio 2019, previa conferma della NASA) trasmesse in webcast in diretta dalla ISS, dove gli astronauti faranno da arbitro.

Successivamente gli studenti finalisti saranno invitati a ritrovarsi in uno dei tre siti dove verranno organizzati per loro anche degli eventi speciali (incontri con astronauti e specialisti dello spazio)

USA - al Mit di Boston

Europa - all'Università di Alicante (Spagna)

Australia - all'Università di Sydney 

 Gruppo di Zero Robotics

Nella foto: alcuni componenti delle squadre del Liceo Fermi

da sx: Anna Filippi (3E) Irene Vedovato (4C) Alessandro Canova (1Asa) Antonio Lombardi (5A) Lothar Antonio Bezzon (3C) prof. Renato Macchietto, Cristian Cujba (4C)

Cos'é Zero Robotics ?

Zero Robotics ( http://zerorobotics.mit.edu/è una competizione in cui gli studenti delle scuole superiori programmano piccoli robot per volare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. I robot, chiamati SPHERES, sono stati originariamente ideati e costruiti dai ricercatori nel laboratorio dei sistemi spaziali del MIT. Questi robot - grosso modo le dimensioni e la forma di un pallone da basket - funzionano a gas compresso e possono essere programmati per girare, ruotare, librarsi e navigare nello spazio. I ricercatori usano SPHERES per testare manovre per veicoli spaziali che eseguono rendez-vous e docking autonomi.Volano all'interno della cabina della stazione autonomamente, ma sotto la supervisione di un astronauta.Ognuno è autonomo con apparecchiature di alimentazione, propulsione, informatica e navigazione

Il gioco di quest'anno chiamato ECO-SPHERES è legato al problema dei detriti spaziali  e dei satelliti che vanno fuori uso diventando essi stessi dei detriti.  Nella fase di selezione iniziale agli studenti è richiesto di superare indenni una zona di detriti, raggiungere un satellite in avaria, agganciarlo e recuperarlo. Per la finale sulla ISS si dovrà eseguire l'operazione di aggancio e recupero.

Zero Robotics è finanziata da NASA, CASIS, ESA, Roscosmos e University of Sydney, Australia.

 

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.