logo pon 2014-2020
Nao Challenge - edizione 2020

La Nao Challenge è una competizione a carattere didattico per studenti delle scuole superiori di secondo grado organizzata per la prima volta in Italia nel 2015 da Scuola di Robotica di Genova in collaborazione con SoftBank Robotics. Lo scopo della competizione è quello di accrescere la conoscenza degli studenti nell’impiego della robotica umanoide attraverso lo sviluppo di software da utilizzare in situazioni plausibili e verosimili con l’obiettivo di divulgare le potenzialità sociali della robotica di servizio.

Per l’edizione 2020 è stato scelto il tema della tutela e la promozione del patrimonio culturale; ma non per usufruirne nella consueta forma bensì attraverso macchine capaci di prendere decisioni autonome.

Infatti la tecnologia digitale è entrata nei musei italiani in vario modo, sia per una migliore fruizione delle opere sia per attrarre il pubblico giovanile, abituato a usare smartphone, ipad ecc. La tecnologia digitale e robotica può garantire una migliore esperienza dei musei soprattutto perché può rendere attivi visitatori che possono sentirsi spettatori piuttosto passivi.

Secondo la ricerca di Agenda Digitale Italiana, i nuovi visitatori, italiani e stranieri, "non sono attratti da una struttura solo perché lì c’è qualcosa da ‘vedere’ ma piuttosto perché c’è qualcosa da ‘fare’. Privilegiano la relazione alla fruizione, l’interazione alla contemplazione. Una volta si tornava a casa raccontando quello che si era visto, magari con foto e diapositive, oggi si racconta in tempo reale sui social quello che si fa e con chi lo si fa. Dunque valgono gli incontri, più dei luoghi".

Senza dubbio, un'esperienza museale guidata dal digitale è un evento che richiede da parte del visitatore un'adesione attiva, sia perché occorre che egli o ella apprenda l'uso della data applicazione, sia perché si sentirà più attivo/a nella fruizione delle opere. Inoltre, nel caso dell'impiego della Realtà Virtuale o Aumentata, queste sono esperienze che immergono il visitatore nel tempo e nella realizzazione dell'opera, garantendogli una conoscenza più approfondita ed emotiva.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.